Yu-Gi-Oh! History: Sylvan – la strategia [II° parte]

Una decklist da sola non basta a farti capire come funziona un mazzo.
Ecco perchè con questo articolo, cercherò di spiegarti almeno le combo più basilari

Vecchio mazzo, vecchie combo, vecchio metagame, vecchia banned, vecchia Master Rule.

Ma allora perchè ti stai prodigando a scrivere di un mazzo che oramai da anni non sta facendo più nulla?
Ve lo starete chiedendo.

Risposta: ” “Perchè si studiano i fossili di dinosauro se oramai si sono estinti?”

Ora capirete che ogni tanto un pò di storia non fa mai male conoscerla
Certo che il Sylvan ha avuto il merito di provare a introdurre una meccanica nuova adatta al suo stile di gioco, sembrava destinato comunque a ritagliarsi uno spazio nel metagame.

Al suo debutto era riuscito a raggiungere la semifinale in un torneo nazionale. Ed era appena uscito.
Un archetipo al suo debutto contro mazzi già consolidati che ovviamente hanno avuto la meglio, ma soltanto nella parte conclusiva del torneo, dove arrivano i giocatori più preparati.
E il Sylvan non era neanche uno dei mazzi che vennero portati in larga maggioranza

Ma un giocatore ha deciso di rischiare. Ha puntato su un archetipo del tutto nuovo, con un mazzo che non aveva una grandissima storia di test e risultati ma che è riuscito a piazzarsi più che dignitosamente.
Tra l’altro era molto più difficile di adesso netdekkarsi le liste sui social o sui forum. Non dico che non esistessero, ma sicuramente parlavano di mazzi ben più rodati e stabili del Sylvan.

Giornata di grazia a parte (cosa che è comunque da mettere in conto, il fattore Fortuna può essere decisivo in alcune circostanze), il Sylvan ci ha lasciati subito per la meccanica Pendulum che premiò questo nuovo tipo di mostri, facendoci dire “addio” a un meta più lento e ragionato, lasciando spazio a partire sempre più veloci in cui il fattore Fortuna lancia ancora oggi un ruolo decisivo: stabilendo chi debba partire per primo, per avantaggiarsi quasi inesorabilmente sull’avversario (al netto di hand-trap si intende)

Ho scritto questo articolo perchè dopo tanto tempo sono riuscito a recuperare le carte e a costruirmi una base, quindi per me si è trattato più del fattore “Nostalgia”, dato che molti altri archetipi hanno ricevuto supporti consistenti (se non addirittura Structure Deck interamente dedicati), lasciando sempre di più il Sylvan nell’oblio dei mazzi dimenticati.

Non volevo che il ricordo di questi archetipi sbiadisse e volevo farlo conoscere anche ai giocatori più recenti (che probabilmente non se lo monteranno mai).

La strategia:

Partiamo da carte come One for One, Bulbo Luminoso (quando non era ancora nella banned), Spora, Amante Rosa e Peaskeeper.
La magia ci avrebbe permesso di mandare al Cimitero mostri di Liv alto per poi resuscitarli successivamente.

Vi ricordo che a quei tempi Mostro Resuscitato era ancora bannato, tuttavia i mostri Pianta potevano contare su Fertilizzante Miracoloso e Symbol of Heritage da usare col Lonefire Blossom
Insomma un discreto parco carte per poter avere sul campo ciò che ci serve.
Partendo sulla difensiva invece, c’era il Komusofungo Silvano che con i suoi 2000 DEF era (all’epoca), un ottimo parino.
L’innesto di Kuribandito invece ci avrebbe fornito una partenza alternativa rapida, ma ci avrebbe esposto subito ad attacchi avversari

Come avrete potuto notare fin da subito, se le pescate si potevano in qualche modo controllare, il resto delle carte macinate coinvolte dall’effetto di una carta Sylvan, NO.
Una parte della millata era affidata al caso, con il rischio di perdere carte importanti

Amante Rosa rimossa dal Cimitero, permetteva un’evocazione addizionale di un mostro Pianta dalla mano. Quindi avremmo potuto evocare mostri “grossi” con estrema facilità.

In un meta avaro di counter (c’era solo Giudizio Solenne, Pollinosis era il supporto più pragmatico per limitare l’avversario senza doversi azzerare i punti vita

La chiusura principale è quella classica di picchiare in fretta (già avendo il Bocciolo di Fuoco potevi evocare Eremitalbero).
Le protezioni a quei tempi erano avvero poche, ecco perchè Safe Zone e Calice Proibito erano tra le carte più ambite

Per accelerare l’OTKappata, c’è la Sagequoia, evocabile specialmente quando maciniamo un mostro Sylvan e ottima per riciclare Magie / Trappole finite al cimitero.
Tra i peschini dedicati, spicca Carità Silvana: peschi 3 carte, ne riveli 2 (di cui almeno una deve essere Sylvan) e le incimi come preferisci. Ovviamente la successiva evocazione deve essere congeniale per la millata che abbiamo appena organizzato.

Orea l’Alto Giudice Silvano invece ripuliva il Terreno avversario. Basandoci sempre sulla caratteristica principale che è quella di poter “Profetizzare” e scegliere l’ordine delle carte da mettere sulla cima del nostro mazzo, migliorava l’efficacia dell’effetto di questo mostro, rimbalzando da una fino a tre carte, in base al numero di mostri Pianta rivelati dal suo effetto.

Ovviamente incimando altri mostri Sylvan, gli effetti di questi ultimi si sarebbero innescati a loro volta.

A dire il vero non ci sarebbe molto altro da dire. Si sfruttavano i mostri di Liv. 1 per evocare Formula Synchron che poi avrebbe portato lo Stardust Dragon e da lì in poi la partita sarebbe stata in discesa.

Come vedete all’epoca si giocava in modo più semplice di adesso. Si avevano meno mostri “sbagliati” e quasi nessuno “davveo troppo sbagliato” che da solo vinceva una partita (o quasi).
Si puntava più sul potenziale dell’intero archetipo piuttosto che puntare su una singola carta che possa portare la partita in tuo favore.

Questa mentalità se da un lato ha entusiasmato i nuovi giocatori, dall’altro ha scontentato quelli vecchi, “più strateghi”, che avendo meno risorse, si ingegnavano maggiormente per ottimizzare il potenziale del loro mazzo.

Anche con i supporti (generici) attuali, questo mazzo non può più praticamente fare nulla di concreto, nemmeno come Tier 2, tuttavia chissà che in un futuro non si possa fare qualcosa per questo archetipo

Se vuoi restare sempre aggiornato con le carte delle ultime espansioni uscite o se vuoi conoscere altri prodotti di Yu-Gi-Oh!
consulta il nostro e-commerce dedicato

Se volessi avere consigli su che mazzo creare, o se desideri ricevere un aiuto su come poter migliorare il tuo mazzo, consulta la sezione dedicata a Yu-Gi-Oh! proprio a questi argomenti.
Ti risponderemo il prima possibile.

Seguici, Iscriviti e Interagisci con noi tramite social e FORUM per approfondire discussioni su carte singole, strategie, acquisti e chiarimenti sulle regole e sugli effetti delle carte nelle apposite sezioni!

1) Iscriviti al nostro Canale Youtube per i nostri unboxing
2) Iscriviti al nostro Profilo Facebook, lasciando un TUO VOTO un TUO FEEDBACK sui nostri prodotti, servizi e tornei sanzionati
3) Iscriviti al nostro Sito Ufficiale per conoscere l’assortimento dei nostri prodotti
4) Iscriviti al nostro Profilo Instagram per lo svoglimento dei tornei

Ricorda il TUO FEEDBACK

RACCONTA la TUA ESPERIENZA di acquisto come cliente o di giocatore che ha partecipato ai nostri tornei!
Basta un semplice feedback sulla nostra pagina Facebook.
Ogni singola indicazione una fonte di indicazioni preziose che ci aiutano a capire che cosa piace a chi frequenta il nostro negozio.
Non esitare! Condividi ORA la TUA PASSIONE con altri giocatori come abbiamo fatto noi creando questo punto di ritrovo per coloro che amano i giochi di carte collezionabili e non solo!

Christian Cadeddu

Conoscitore di marketing e social media, giocatore (scarso) di Yugi, Magic, Vanguard e pure Heartstone. Pc e D&D Gamer. Appassionato di Anime & Manga

Christian Cadeddu ha 220 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Christian Cadeddu

Christian Cadeddu

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi